Nell’ ottava edizione del Salone della CSR e dell’innovazione sociale 2020 che, causa Covid 19, si è tenuta dal 29 al 30 settembre solamente nella versione online, si sono susseguiti eventi formativi, incentrati, in particolare,  sui progetti dell’ Agenda 2030 dell ‘ ONU e sulla necessità di contrastare il cambiamento climatico, con uno sguardo aperto alle rivoluzioni tecnologiche in atto in Europa, senza dimenticare l’ambito socioculturale.

il Salone della CSR e dell’innovazione sociale

Dal 2013, il Salone della CSR e dell’innovazione sociale è uno dei più grandi e variegati appuntamenti organizzati presso l’ Università Bocconi, in collaborazione con CSR Manager Network, Fondazione Global Compact Network Italia, ASviS, Sodalitas, Unioncamere e Koinètica, per tutte quelle realtà che si occupano, o si dovranno occupare prossimamente, di sostenibilità a 360°. Nei giorni precedenti al Salone della CSR e dell’ innovazione sociale, si sono tenuti, online, una serie di appuntamenti che hanno creato una cornice introduttiva ideale; l’ obiettivo era di tenere alta l’attenzione sulla sostenibilità, di raccogliere e condividere esperienze positive. Questi incontri saranno resi disponibili in diversi format anche per chi non ha potuto seguirli live successivamente.

Il programma 2020

I convegni proposti  sono stati strutturati con un programma ricco e con relatori diversificati e provenienti da realtà differenti, che spaziavano da responsabili aziendali a politici impegnati su questi argomenti. I congressi sono stati divisi in macro-argomenti, distinguendoli tra: ambiente, clienti, comunità, dipendenti, fornitori, investitori e fuori percorso. Ciascuna area, gestita da un facilitatore, è stata costruita su interventi mirati di chi relazionava e successivamente un breve spazio per le domande dal pubblico, in grado di inviare le proprie curiosità velocemente tramite la piattaforma di streaming utilizzata.

Convegno “PA e sviluppo sostenibile: territori a confronto”

Per citare alcuni momenti saliente dei vari congressi si potrebbe annoverare l’ intervento, durante l’ incontro “PA e sviluppo sostenibile: territori a confronto” , del Dottor. Giovanni Brunelli, dal Ministero dell’Ambiente, che ha dialogato con i responsabili delle Regioni attualmente più attive nel settore, mettendo in luce i progetti finanziati dall’Unione Europea con il Comitato dell’OCSE (Organizzazione per lo sviluppo Socioeconomico). Dopo un momento di iniziale sconforto per la difficoltà di portare avanti un’ Agenda 2030  dell ‘ ONU condivisa, il relatore ha proseguito sostenendo che pare essersi delineata una road map che definisca i principi di coerenza dello sviluppo sostenibile. Sostenendo che seppur possa sembrare una banalità, avere un documento a cui aderire aiuterà nella realizzazione di programmi più funzionali nelle singole specificità.

Evento “Cosa vuol dire lavorare con la sostenibilità?”

Nell’ evento “Cosa vuol dire lavorare con la sostenibilità?” due professioniste hanno dialogato sull’ambito del sociale riferito alla sostenibilità delle aziende; l’intervistata, la dott.ssa Martina Rogato, una delle eccellenze italiane più attive in tutto il mondo nel facilitare il dialogo tra aziende e no profit, ha parlato dei suoi progetti legati a Young Women Network, di cui è la presidente, arrivando a rivelare alcuni dettagli sul ruolo che avrà all’interno del G20. 

G20

E’ stata data la conferma  che il G20 si terrà a Roma, il nostro Paese assumerà, infatti, la presidenza del primo G20 nel dicembre di quest’anno e la terrà fino al novembre del 2021. In questo contesto, la dott.ssa Martina Rogato, avrà il ruolo di preparatrice di parte dei contenuti che si discuteranno.

Laura Galasso

Salone CSR

Incontri
Italia
Solidarietà
Conferenze
Conferenze
Salone CSR
Atlantide
Salone CSR Bocconi
Incontri Italia Solidarietà Conferenze Conferenze Salone CSR Atlantide Salone CSR Bocconi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *