Le origini del Thanksgiving o giorno del Ringraziamento, importante festività americana, sono molto antiche: venne infatti celebrato per la prima volta nel 1621 quando i padri pellegrini, fondatori delle colonie americane, lasciarono l’Inghilterra imbarcandosi sulla Mayflower per approdare a Plymouth, nello stato del Massachusetts.

Una festa da celebrare con gli affetti più cari

Inizialmente fu festa cristiana, occasione di preghiera e ringraziamento per gli ottimi raccolti che garantirono la sopravvivenza, poi nel tempo acquisì un aspetto più laico trasformandosi in un momento da trascorrere con i propri affetti in cui consolidare vicinanza e sostegno per tutti i giorni dell’anno. 

Sulla tavola i piatti simbolo della tradizione

Fu Abramo Lincoln, nel 1863, a stabilire che il quarto giovedì del mese di Novembre fosse la data ufficiale per festeggiare il Thanksgiving (quest’anno si celebra giovedì 26 Novembre): consuetudini e tradizioni della commemorazione hanno solcato l’oceano per giungere anche nel nostro paese che rivive così una giornata da trascorrere piacevolmente in famiglia davanti a pietanze-simbolo, prima fra tutte il tacchino ripieno e le deliziose torte farcite con zucca, mele o noci.

Via allo shopping con il Black Friday!

Potremo poi  aspettare insieme ai nostri cari lo scoccare della mezzanotte e l’inizio del Black Friday, altra usanza importata dagli Stati Uniti d’America che dà il via allo shopping pre-natalizio, per ora accontentandoci di sbirciare le vetrine, smartphone alla mano, dal divano di casa.

TACCHINO RIPIENO

Un tacchino piuttosto grosso (circa 5 kg)

150 g di burro

olio extra vergine d’oliva

un litro di brodo

sale

per il ripieno: 

400 g di mollica di pane raffermo

2 bicchieri di latte  

300 g di castagne cotte e spellate

un filo d’olio extra vergine d’oliva

sale  e pepe

erbe aromatiche ( salvia, rosmarino, timo)

Preparate il ripieno: ammollate il pane spezzettato nel latte, strizzatelo bene e mettetelo in una ciotola. Aggiungete le castagne a pezzetti, le erbe aromatiche tritate, un filo d’olio, sale e pepe. Mescolate bene e lasciate insaporire. Lavate il tacchino, asciugatelo, salatelo e farcitelo con il ripieno preparato, poi cucite le aperture con dello spago da cucina. Ungetelo con l’olio e spalmatelo con il burro a fiocchetti, sale, pepe e il trito di erbe aromatiche quindi mettetelo in una teglia e infornate a 200° irrorandolo con il brodo. Fate cuocere il tacchino per almeno tre ore spennellandolo ogni tanto con il suo fondo di cottura. Toglietelo dal forno e lasciatelo riposare prima di tagliarlo. Potete accompagnarlo con la purea di patate dolci, cavoletti di Bruxelles o la salsa ai mirtilli rossi (cranberry sauce).

VELLUTATA DI ZUCCA

500 g di zucca

un porro 

300 ml di brodo vegetale 

olio extra vergine d’oliva 

mezzo bicchiere di latte (anche vegetale)

sale 

pepe

zenzero fresco

Affettate il porro e fatelo soffriggere in una padella con l’olio. Aggiungete la zucca mondata e tagliata a pezzetti poi aggiungete il brodo fino a ricoprirla interamente e lasciate cuocere per circa 20 minuti. Quando si sarà ammorbidita completamente unite il latte e spegnete il fuoco. Frullate con il minipimer fino ad ottenere una crema liscia e omogenea. Regolate di sale e pepe e terminate con una grattugiata di zenzero fresco. Servite accompagnando la vellutata con crostini.

PURE’ DI PATATE DOLCI 

700 g di patate dolci

300 ml di latte (anche vegetale)

30 g di burro

50 g di formaggio grattugiato

paprica dolce

una manciata di anacardi o noci pecan

sale

Sbucciate le patate e tagliatele a pezzetti quindi mettetele in una pentola con il latte e un pizzico di sale; fate cuocere finché diventeranno morbide. Frullate poi il composto ottenuto riducendolo in purea e mantecate con il burro e il formaggio grattugiato. Servite spolverizzando il purè con paprica dolce e anacardi o noci di pecan tritate grossolanamente.

APPLE PIE

per la pasta brisé: 

300 g di farina

200 g di burro 

un pizzico di sale

2 cucchiai di zucchero semolato

acqua molto fredda

per il ripieno:

un kg di mele

un limone biologico, scorza e succo

2 cucchiai di farina

50 g di burro fuso a temperatura ambiente

cannella in polvere 

un uovo

zucchero semolato

per accompagnare la torta:

250 g di panna fresca da montare 

Per prima cosa preparate la pasta brisè: disponete la farina a fontana con al centro il burro freddo a pezzetti, lo zucchero e il sale, poi lavorate tutto velocemente fino a quando il burro avrà assorbito bene la farina. Unite l’acqua molto fredda e formate con l’impasto una palla che lascerete riposare in frigorifero per 30 minuti avvolta nella pellicola trasparente. Trascorso questo tempo dividete la pasta brisé a metà e stendetela in due dischi uno leggermente più grande dell’altro: con quello di maggior diametro  foderate una tortiera antiaderente lasciando che la pasta fuoriesca un poco dal bordo. Lavate le mele, sbucciatele, tagliatele a fette sottili e mettetele in una ciotola. Grattugiate la scorza del limone e unitela insieme al suo succo alle mele, aggiungete 4 cucchiai di zucchero, 2 cucchiai di farina, il burro fuso, un cucchiaino di cannella e mescolate bene: il composto ottenuto deve risultare piuttosto asciutto e compatto. Trasferite il ripieno nella teglia foderata disponendolo a piramide e richiudete con l’altro disco di pasta brisé, sigillando i bordi sul fondo con poca acqua, schiacciandoli delicatamente. Sbattete l’uovo e spennellate la superficie della torta, spolverizzatela con lo zucchero e praticate dei piccoli tagli a raggiera per permettere al vapore di uscire durante la cottura. Cuocete in forno già caldo per 50 minuti a 180° e lasciate raffreddare bene la torta prima di tagliarla. Servitela accompagnata da panna montata aromatizzata alla cannella. 

CAVOLETTI RUSTICI ALLA PANCETTA

400 g di cavoletti di Bruxelles

2 cucchiai di olio extra vergine d’oliva

100 g di pancetta affumicata 

sale

pepe

Lessate i cavoletti, scolateli e teneteli da parte. Scaldate l’olio in un tegame e rosolatevi la pancetta tagliata a dadini. Quando sarà diventata croccante aggiungete i cavoletti lessati, regolate di sale e pepe e lasciate insaporire terminando la cottura quando si saranno ammorbiditi (aggiungendo se necessario poca acqua). Serviteli come contorno.

PANE DI MAIS CASERECCIO (CORNBREAD)

200 ml di latticello

200 g di farina di mais (fioretto)

150 g di farina 0

un cucchiaino di bicarbonato

3 cucchiai di zucchero 

50 g di burro

2 uova

sale

Fate fondere il burro e lasciatelo raffreddare. Sbattete le uova e incorporatele al latticello insieme al burro fuso freddo; amalgamate bene il tutto. Mettete in una ciotola le farine, il sale, lo zucchero e il bicarbonato, quindi aggiungete il composto liquido preparato in precedenza e mescolate fino ad ottenere un impasto omogeneo. Versatelo  in una teglia dai bordi abbastanza alti e cuocetelo in forno a 200° per 30 minuti finché risulta dorato. Tagliatelo a quadratini e servitelo per accompagnare le pietanze.

Marzia Medagliani

vellutata di zucca
Tacchino ripieno
cornbread-
cavoletti-di-bruxelles-con-pancetta
pure-di-patate-dolci-
Apple Pie
vellutata di zucca Tacchino ripieno cornbread- cavoletti-di-bruxelles-con-pancetta pure-di-patate-dolci- Apple Pie

Un pensiero su “Thanksgiving Day, il giorno del Ringraziamento”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.