Il 7 dicembre, la Scala di Milano non potrà, causa restrizioni causate dal Covid 19, portare in scena la sua classica ed attesa Prima, palcoscenico che da sempre porta a Milano una ventata di bellezza e tradizione.

Tuttavia, questo periodo è assolutamente ottimo per l’arte per reinventarsi e ripensarsi anche in un’ottica maggiormente legata ai mass media e alle tecnologie della nostra epoca: nasce, quindi, l’idea di “A riveder le stelle”, serata trasmessa da Rai Cultura su Rai 1, Radio 3 e RaiPlay, a partire dalle ore 17, con la direzione del Maestro Riccardo Chailly, la regia di Davide Livermore e la partecipazione di 24 tra le più grandi voci del nostro tempo e dei ballerini scaligeri.

 “A riveder le stelle”

Il titolo, che riprende le ultime parole di Dante Alighieri nell’Inferno, sicuramente già evoca parte dei propositi della messa in scena: forte sarà il richiamo alla ricerca di un tempo migliore per il teatro e per tutta l’Italia. Inoltre, il 2021 – ormai alle porte- segnerà il settecentesimo anno dalla morte del poeta, quindi è indubbio il valore simbolico e il desiderio di porgere omaggio alla sua figura.

Giuseppe Verdi e Gaetano Donizetti

Si inizierà con estratti di opere di Giuseppe Verdi per continuare con Gaetano Donizetti, di cui si sarebbe dovuta mettere in scena la “Lucia di Lammermoor”, che speriamo sarà recuperata in futuro, Giacomo Puccini, Georges Bizet, Jules Massenet, Richard Wagner e Gioachino Rossini, mentre le musiche dei balletti saranno quelle di Pëtr Il’ič Čajkovskij, Davide Dileo, Erik Satie e Giuseppe Verdi

La coreografia di Manuel Legris, Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini

Le coreografie della serata sono state ideate da Manuel Legris (che contribuisce anche con Verdi Suite, una creazione in omaggio alla musica italiana), Rudolf Nureyev e Massimiliano Volpini.

Le arie d’opera e i momenti di danza saranno collegati e contestualizzati da testi recitati da attori, a significare la continuità tra le arti già indicata dal titolo.

L’ impianto scenico

L’impianto scenico, che vede protagonista il Teatro con l’Orchestra al centro della platea e artisti collocati non solo in palcoscenico, ma collegati in diversi spazi dell’edificio e dei laboratori, è firmato dal regista e da Giò Forma, con le scenografie digitali di D-Wok. A vestire i protagonisti e le protagoniste, saranno alcuni degli stilisti più illustri italiani, con il coordinamento di Gianluca Falaschi.

I protagonisti e le protagoniste

Alla chiamata della Scala hanno risposto cantanti come Ildar Abdrazakov, Roberto Alagna, Carlos Álvarez, Piotr Beczala, Benjamin Bernheim, Eleonora Buratto, Marianne Crebassa, Plácido Domingo, Rosa Feola, Juan Diego Flórez, Elīna Garanča, Vittorio Grigolo, Jonas Kaufmann, Aleksandra Kurzak, Francesco Meli, Camilla Nylund, Kristine Opolais, Lisette Oropesa, George Petean, Marina Rebeka, Luca Salsi, Andreas Schager, Ludovic Tézier, Sonya Yoncheva; per quel che riguarda il balletto, invece, spicca subito il nome di Roberto Bolle, accompagnato dai primi ballerini Timofej Andrijashenko, Martina Arduino, Claudio Coviello, Nicoletta Manni e Virna Toppi e i solisti Marco Agostino e Nicola Del Freo.

La conduzione televisiva

Per quello che invece riguarda la conduzione, sia televisiva sia live in loco, ci si avvarrà di dieci telecamere e di un gruppo di registi coordinati da Stefania Grimaldi, mentre l’evento di per se sarà presentato per il quinto anno consecutivo da Milly Carlucci, a cui si aggiungerà per la prima volta Bruno Vespa.

Laura Galasso

Placido Domingo ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala
Roberto Bolle - Ph Brescia e Amisano Teatro alla Scala
Lisette Oropesa ph crystal-green
Jonas Kaufmann ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala
Ildar Abdrazakov ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala
Placido Domingo ph Rudy Amisano
Roberto Bolle
A riveder le stelle
Placido Domingo ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala Roberto Bolle - Ph Brescia e Amisano Teatro alla Scala Lisette Oropesa ph crystal-green Jonas Kaufmann ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala Ildar Abdrazakov ph Brescia e Amisano  Teatro alla Scala Placido Domingo ph Rudy Amisano Roberto Bolle A riveder le stelle

2 pensiero su “La Prima della Scala di Milano : “A riveder le stelle””
  1. I think this is among tһe sօ much vital information fⲟr me.
    And i am happy reading your article. However want to commentary on few normal issues, The web site tastе is wonderful, the artiⅽles is truly nice : D.

    Excellent job, cheers

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *