L’artista si è intrattenuto a lungo via zoom con la stampa, raccontando emozioni e progetti a poche settimane dalla gara. Nella serata dei duetti proporrà con CasadiLego ‘Una ragione di più’, un brano del 1970 di Ornella Vanoni.

Francesco Renga racconta

A 30 anni esatti dal debutto a Sanremo con i Timoria, Francesco Renga racconta con entusiasmo la sua ennesima partecipazione alla kermesse e la gioia di poter risalire su un palcoscenico.  “ll primo momento importante, dopo mesi di nulla! Ritorno a fare il mio lavoro con i musicisti, i tecnici… sono emozionato. Siamo in un periodo assurdo, il Covid ci costringe a delle costrizioni ma nulla toglie al valore simbolico di questo Festival, simbolo della ripartenza, che negli anni rimarrà unico, e che si spera non debba ripetersi mai più, a queste condizioni”. 





Di cosa parla ‘Quando trovo te’, il pezzo che hai scritto con Roberto Casalino e Dario Faini?

“Racconta quei ricordi che teniamo custoditi nel cuore, quelli che proteggiamo dalla vita e dalla frenesia delle nostre esistenze, ma che quando riaffiorano ci riportano a una normalità che coincide con la felicità. A me salvano la vita”.

Te la lo dedicheresti?

“Assolutamente sì!”.

Festival di Sanremo 2021: come sarà il tuo quotidiano?

“Nei Festival precedenti mi facevo raggiungere il venerdì o il sabato da me affetti, questo giro invece mi porterò alcuni libri e dei bei capi da abbigliamento da indossare, ma solo quelli … di sopra, tanto si faranno solo interviste dalla camera seduti al computer, tramite piattaforme (ride). Mancherà la parte bella del Festival, i selfie con la gente, uscire e cercare di capire cosa stava accadendo nel mondo reale. E poi le interminabili cene nel cuore della notte, le feste…. Eh niente, si canterà e si leggerà molto!”.

Hai partecipato a molti Festival: a quale sei più legato?

“Sicuramente al mio primo, quello con i Timoria con ‘L’uomo che ride’ (1991) e poi a ‘Tracce di te’ (2002), dove cantavo della perdita di mia madre, un momento difficilissimo dal punto di vista umano e autorale. E poi quello della vittoria con ‘Angelo’ (2005). Sul palco c’era anche Ambra… (la sua ex moglie; ndr) quindi il mood era davvero speciale. Alla fine hanno significato qualcosa un po’ tutti, alcuni in maniera più profonda. Questa edizione che arriva non so come andrà, ma passerà alla storia e sarà irripetibile”. 

Cosa pensi dei giovanissimi in gara?

“Molti di loro li conoscevo già, per altri ho dovuto chiedere aiuto ai miei figli, m sono informato e devo dire che è un cast forte e contemporaneo”.

Ha un CD pronto in uscita?

“No, per ora sono completamente focalizzato su Sanremo e su questo singolo”.

Cosa diresti al Francesco del passato?

Che le cose arrivano quando devono arrivare. Sarai un uomo fortunato gli direi, e di sperare nella fortuna. Grazie a Dio, è adnata proprio così!”.





Facile dire tornerà live…ma quando?!

Dopo il Festival di Sanremo, Francesco Renga tornerà live con “INSIEME TOUR”. Per info: www.friendsandpartners.it, www.francescorenga.it, www.instagram.com/francescorenga, www.twitter.com/rengaofficial, www.facebook.com/RengaOfficialwww.youtube.com/user/Rengaofficial

Sonja Annibaldi

Fotografie : ©Toni Thorimbert

FRANCESCO RENGA_foto di Toni Thorimbert_b
FRANCESCO RENGA_foto di Toni Thorimbert_
FRANCESCO RENGA_foto di Toni Thorimbert_b FRANCESCO RENGA_foto di Toni Thorimbert_





Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.