Cristina Barcelona  e’ un’imprenditrice di fama mondiale, impegnata in vari settori di Business  e il cui spirito sociale la spinge a lavorare per rendere il Mondo un posto migliore.

Ha maturato una vasta esperienza e conoscenza viaggiando per il mondo e vivendolo con ogni fibra del suo essere, per migliorarsi ogni volta, come si può capire dalle sue stesse parole: “Migliorare è per Eccellenza“.

Cristina è molto attenta alle discriminazioni di ogni tipo e all’integrazione culturale come mezzo per superare le differenze comprendendo meglio gli altri e se stessi.

Cristina Barcelona 

Cristina Barcelona ha collaborato alla pubblicazione, all’ editing e correzione di numerosi libri. È fondatrice e proprietaria de “La Agencia Mundial de Prensa”, “Producciones Internacionales Marketing & Publicidad”, “Cristina Barcelona & Asociados”, proprietaria del EISNE (Higher International School of Business and Social Project) centro di studi online,  “Xploralia” media.

Il suo incessante lavoro la porta a creare partnership commerciali strategiche, ad essere sponsor di aziende nei settori più diversificati, gestendo tutto attraverso la sua vocazione sociale, le sue conoscenze qualificate e la sua creatività.

Parla correntemente catalano, francese, inglese e spagnolo, il che le consente di entrare in contatto con professionisti di tutto il mondo. La sua incessante sete di conoscenza le permette di assorbire come una spugna da ogni situazione e elevarsi, tutto ciò per rendere più felice la vita di tutte le persone e rendere il Mondo futuro un posto migliore.

Cristina, le tue capacità sono davvero varie e molto importanti, come riesci a conciliare tutte e pensi che siano un riflesso della tua personalità poliedrica?

Mentre molte persone affermano che è meglio dedicarsi a fare una cosa e farla bene, è stato dimostrato che il cervello umano ha una capacità che va ben oltre il dedicare le nostre vite a “una cosa sola”, quindi ho deciso di farlo lavorare non in una ma in più discipline, dando notevole importanza all’essere poliedrici o multidisciplinari. Mi è stato chiaro fin da giovanissima quando ho visto grandi leader, uomini d’affari, arrivati al vertice proprio perché poliedrici insomma, non si accontentavano di fare bene solo una cosa, ma cercavano di imparare cose nuove. Un esempio che abbiamo è Bill Gates che non solo ha dovuto sfruttare la sua conoscenza della tecnologia, per creare Microsoft, ma ha anche incorporato la conoscenza del marketing, dell’amministrazione e altro ancora.

Sono poliedrica sì,  nel mio caso specifico significa essere qualcuno che si occupa di professioni, gusti, discipline indistinte. Allo stesso modo, non mi piace un solo tipo di musica ma ho gusti vari, non ho avuto o ho un solo sogno nella mia vita ma diversi, non ho praticato o praticato un solo hobby o faccio lo stesso ogni volta che lo sono libero, oppure mi vesto allo stesso modo dato che ho diversi stili a seconda delle occasioni e di solito non ripeto i miei outfit.

Grazie al fatto che il nostro cervello è programmato per elaborare diversi tipi di informazioni, abbiamo anche la capacità di perseguire sogni diversi o gestire uno schema di gusti musicali diversi, prepararci in varie cose, come studiare due tre o quattro cose diverse, o imparare a fare un po di tutto, come dipingere, scrivere, programmare, conoscere il marketing. , pratica un po di sport e qualunque altra cosa …

Per me essere poliedrica è importante perché non solo cerco di essere la migliore possibile in quello che faccio, ma so anche come fare molte cose nel migliore dei modi, che è molto importante nel mondo del lavoro, poiché essendo poliedrica le mie possibilità di raggiungere e ottenere qualcosa di meglio nella ricerca dell’eccellenza è ancora più alto, al contrario di quando svolgo una cosa sola.

Essere una persona poliedrica non è così complicato. Oggi, grazie alla tecnologia e ad Internet, abbiamo le porte aperte per imparare quello che vogliamo, per essere qualunque cosa ci venga in mente, i limiti alla mia vita professionale sono molto più lontani di quanto tu possa immaginare.

L’impegno che ti sei posto in ognuno dei tuoi ruoli di imprenditore è caratterizzato da un profondo senso di umanità e da una forte valenza sociale, come pensi che questo ti differenzi dal panorama odierno?

Creare e rafforzare le capacità delle persone per migliorare le loro condizioni e, in altri, condurle all’eccellenza implica anche la creazione di ambienti favorevoli per generare prosperità e ricchezza. Quello che mi differenzia dal panorama attuale è che vado oltre la generazione di valore economico, credo di essere una vera trasformatrice del tessuto sociale e non sono da sola in questo.

Ci racconti un po del tuo lavoro e delle opportunità offerte dalle realtà in cui operi?

Il mio lavoro per me non è lavoro perché è una passione. Sviluppo il mio ruolo di Ceo in modo orizzontale, amo lavorare in team, coinvolgendomi in tutti i processi, argomenti e incarichi, mettendo alla prova tutte le mie conoscenze e testando quotidianamente tutte le mie conoscenze e quelle che non ho ancora imparato in modo da essere allo stesso livello dei miei collaboratori. Imparo a imparare e insegno a insegnare nelle discipline indistinte che gestisco tanto in La Agencia Mundial de Prensa in cui sono giornalista, redattore e correttore di bozze senza smettere di essere imprenditrice, Imprenditrice, Business Administrator specializzata in Marketing e Risorse Umane . Allo stesso modo, sono un consigliere e consulente aziendale, un formatore indipendente e coach come altre professioni, quindi le opportunità che mi si presentano sono le più varie e interessanti, arrivando oggi al punto di stare solo con coloro che amo davvero, appassionati e utili per il mio ambiente o per i vari settori che posso raggiungere. Le opportunità che ho sono tante e impegnative, a cominciare dal fatto che lavoro molto sul tema della leadership in tutte le sue manifestazioni e per la mia versatilità ricevo proposte che spesso devo respingere, anche se chi me le propone tante volte e molto eccitato all’ idea, per me è tempo che smettano di esserlo e scusa ma penso sia un bel messaggio poter dire di no. Le opportunità per me si presentano giorno per giorno, esattamente dove mi evolvo e grazie al mio know-how, tra gli altri, ho la capacità di scoprire talenti.

Hai fondato La Agencia Mundial de Prensa, puoi raccontarci cos’è e perché rappresenta una rarità inestimabile nel mondo della comunicazione?

La Agencia Mundial de Prensa è un’organizzazione mondiale dei leader nella comunicazione e nella stampa, un nuovo modello di gestione delle notizie e delle informazioni oggettive veritiera, culturale ed educativa. “IL TUO PUNTO DI INCONTRO CON LA VERITÀ” un nuovo modello di gestione e rappresenta una rarità inestimabile perché tra l’altro siamo una vetrina per il mondo dei professionisti della stampa senza alcun spirito egoistico, a prescindere. Potrebbe diventare un Business autogestito (sebbene non sia stata creata come Business) se l’intera struttura sarà preparata per ciò in futuro o se il suo direttore generale nel paese in cui si trova digitalmente lo desidererà.  E’ stata creata per raggiungere tutti gli angoli del pianeta portando gratuitamente non solo informazioni e notizie ma anche cultura, istruzione e formazione a tutti i livelli (motore e movente).

Stiamo vivendo un momento molto difficile e particolare a livello mondiale, pensi che la comunicazione fatta con la coscienza possa offrire una chiave di volta per il cambiamento e il supporto psicologico?

Certo che ne sono totalmente convinta. Per questo bisogna fare come l’acqua alla roccia … non c’è più.

Il tuo “mantra” è che la comunicazione deve essere vera, oggettiva e talvolta dirompente, pensi che il mondo sia pronto per questo tipo di comunicazione o dovrebbe essere educato?

Essere oggettivi, veritieri e talvolta innovativi non significa non essere cortesi, anzi questo vuol dire essere onesti, dire la verità  ma con la forma corretta e molto rispetto. Bene si dice il dire cortese non toglie il coraggio, quindi essendo nel mondo delle comunicazioni, dobbiamo sapere come farlo.

Lavori molto per la diffusione della cultura, dell’innovazione e del sostegno alle comunità, potresti spiegarci perché sono i cardini fondamentali della tua attività?

In linea di principio perché le mie motivazioni sono tutte motivazioni sociali. E perché il grande flagello dell’umanità sta proprio nelle carenze o nella scarsa qualità di queste, o nel loro difficile accesso. Quindi se ognuno di noi lavorasse per migliorarle,  tutti noi avremmo più opportunità, quindi maggiore qualità, più saggezza e grandi opportunità di lavoro e di affari oltre che di vita.

Sei anche tu una madre, fai anche tu il lavoro incessante e importante che fai per offrire un mondo migliore ai tuoi figli?

Certamente ma non solo per loro visto che non siamo soli al mondo. In linea di principio ho insegnato loro a non soccombere alla resilienza ad ogni passo, a non arrendersi, forse a prendersi una pausa, ma a guadagnare slancio  pensando sempre agli altri, partendo da oggi.

Ringraziamo Cristina Barcelona per la sua disponibilità e gentilezza. Vi invitiamo a conoscere meglio la sua realtà perché tutti insieme possiamo rendere il mondo un posto migliore.

Daniela Torrani

0d150099-ce1e-4c64-92a3-5a699a36eeea
LOGOTIPOOFICIAL2021MARZOAMDP
APCESXOFICIAL2021MARZO
0d150099-ce1e-4c64-92a3-5a699a36eeea LOGOTIPOOFICIAL2021MARZOAMDP APCESXOFICIAL2021MARZO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *